Come lavora un libero professionista con un cliente?

Home » Come lavora un libero professionista con un cliente?

25 Agosto 2020

Ho dedicato gran parte del mio libro “Sono un libero professionista o How to Forever Leave the Office” a lavorare con un cliente. E questo non è un caso. Molte persone vengono come freelance, essendo specialisti il ,cui lavoro non implica una comunicazione frequente con le persone. Ad esempio, tali professioni includono il lavoro di un programmatore o designer, che raramente deve comunicare con clienti reali nelle aziende. Allo stesso tempo, il libero professionista è, prima di tutto, la capacità di parlare con le persone, di piacere e, francamente, di vendere i loro servizi a un prezzo più elevato.

In questo articolo fornirò le basi della psicologia della comunicazione tra un libero professionista e un cliente che ti aiuteranno a trovare e soddisfare i clienti seri e ad avere successo sul mercato. Ogni consiglio dato nell’articolo che ho usato nel mio lavoro.

Rispetta il cliente

Prima di tutto, impara a vedere una persona in un cliente, ascolta le sue parole e capisci i suoi obiettivi. Se vedi che il tuo cliente è scarsamente esperto nell’argomento, non provare a “allevarlo” per soldi – prima o poi una persona capirà che è guidato dal naso e il tuo lavoro non gli porta davvero i risultati finanziari necessari. Assicurati che in questo caso il tuo rapporto con il cliente finirà. Spiega meglio alla persona qual è l’essenza del tuo lavoro, quali fasi comporta il progetto, come si forma il prezzo del servizio. Devi avere un chiaro listino prezzi per tutto il lavoro in modo che il cliente lo veda – non lo “allevano” e il tuo lavoro costa davvero così tanto denaro.

Lavorare duramente

Il libero professionista non è assunto per scrivere 1000 caratteri di testo, 1000 righe del programma o fare una bella immagine; sei assunto per risolvere il problema e, di regola, guadagnare di più dal tuo lavoro di quanto ti sia stato dato. Ordinando al copywriter di creare un testo pubblicitario, il cliente si aspetta che questo testo aumenti le sue vendite e realizzi un profitto. Quando ordina un disegno, il cliente si aspetta che il suo sito piacerà ai visitatori. Questa è una situazione normale Se porti soldi ai clienti, ti inonderanno di ordini.

Stare al posto del cliente

Sapere come entrare nella pelle di un cliente. Consiglio a molti liberi professionisti di pagare in anticipo all’inizio del lavoro. E questo consiglio è testato dalla pratica. Ma d’altra parte, trovandosi al posto del cliente, darai un denaro sconosciuto proprio così, farai qualcosa per comunicare domani? Personalmente ne dubito. Ma questo è esattamente ciò che chiediamo ai nostri clienti: anche noi liberi professionisti possiamo essere compresi.

Di norma, i clienti effettuano facilmente pagamenti anticipati a freelance “noti”, in particolare specialisti che hanno contattato su raccomandazione dei conoscenti. In altri casi, una richiesta di pagamento anticipato sembra una richiesta di dare denaro a uno sconosciuto. Cosa fare in questo caso? Primo consiglio: prova a realizzare un piccolo progetto senza pagamento anticipato, ad esempio traduci mille caratteri di testo. Il cliente paga per il lavoro immediatamente dopo l’accettazione. Pertanto, le parti si “testano” a vicenda. Secondo suggerimento: richiedere un pagamento anticipato minimo. È più facile per un cliente dare 500 rubli rispetto a 10.000 rubli. Chiedi il pagamento anticipato che il cliente è pronto a dare.

Non sederti nel guscio

Siamo arrivati a un altro punto importante: le PR. È estremamente importante che ogni libero professionista promuova su Internet. Ad esempio, puoi scrivere articoli su argomenti professionali e pubblicare post da risorse popolari con un link a te stesso, partecipare a discussioni su forum e comunità professionali e rilasciare interviste. Più la rete scriverà su di te, maggiore sarà la fiducia dei clienti nei tuoi confronti. Se scrivono di te ovunque, allora sei uno specialista e ti puoi fidare. Questo è ciò che pensano i clienti, e per certi versi hanno ragione. Chiunque sia ascoltato, quello nel cioccolato è la legge del successo di un libero professionista. Pertanto – PR sempre e ovunque!

Sii educato

Non essere scortese con un cliente, non comunicare con lui come una persona stupida e incomprensibile, rispettalo ed essere rispettoso e, soprattutto, mantieni sempre la parola. Se hai promesso, rompi una torta, ma fallo! Fallendo una volta, perdi l’atteggiamento positivo del cliente, fallendo la seconda volta: perdi il cliente. Ricorda questo. Un libero professionista deve essere una persona responsabile e altamente morale, solo in questo caso può contare su un successo a lungo termine e serio nelle nostre attività.

Potresti chiedere, è davvero così facile avere successo nel freelance? No, non tutto è facile.Per guadagnare una reputazione, un libero professionista ha bisogno di 2-3 anni, o anche di più duro lavoro. Ma se sei riuscito a metterti alla prova, riceverai un flusso stabile di ordini.

Condividi

Sei un professionista? Iscriviti gratuitamente!

Su cercosubito.it ti attendono molte offerte di lavoro!