Postura corretta: come scegliere lo yoga, i tipi di yoga e la loro descrizione

Home » Postura corretta: come scegliere lo yoga, i tipi di yoga e la loro descrizione

28 Settembre 2020

Non c’è bisogno di torturarti in palestra. Scegli lo yoga per mantenere la salute non solo fisica ma anche mentale. Come scegliere lo yoga, i tipi di yoga, la loro descrizione dettagliata e come iniziare a fare yoga a casa: tutte le risposte sono nel materiale.

È ora di aprire il tappeto e fare yoga. Ti diremo come imparare lo yoga e scegliere la giusta direzione.

Cos’è lo yoga

Lo yoga è apparso in India circa 5000 anni fa come un sistema completo di pratiche per il benessere a tutti i livelli: fisico, mentale, emotivo e spirituale. Oggi le persone scelgono diversi aspetti dello yoga per migliorare la loro qualità di vita. Alcuni sostituiscono il fitness con lo yoga, altri lo praticano per superare lo stress e aumentare la vitalità.  

Lo yoga è un sistema di pratiche che combina esercizi di forza, esercizi di flessibilità e tecniche di rilassamento e meditazione.

La bellezza dello yoga è che è adatto a tutti: bambini, donne incinte e persone anziane o in sovrappeso. L’importante è trovare la giusta direzione.

Come funziona lo yoga  

Lo yoga è un sistema di pratiche che funziona contemporaneamente a livello fisico e psico-emotivo.

Puoi trovare un maestro di yoga professionale nella tua zona cliccando qui.

Come funziona lo yoga a livello fisico

Le tecniche di rilassamento dello yoga riducono il dolore cronico come il mal di schiena, l’artrite e il mal di testa. Alcuni studi dimostrano che lo yoga può abbassare la pressione sanguigna e ridurre l’insonnia .

Come lo yoga può aiutare:

  • aumentare la flessibilità;
  • aumentare la forza e il tono muscolare;
  • migliorare la respirazione ed energizzare;
  • migliorare il metabolismo;
  • ridurre il peso, soggetto a una dieta equilibrata;
  • preparare il corpo per uno sforzo fisico intenso.

Come funziona lo yoga a livello psico-emotivo

Oltre a lavorare con indicatori fisici, lo yoga aiuta a far fronte allo stress. Le tecniche di meditazione e rilassamento migliorano lo stato d’animo. La pratica regolare dello yoga aumenta la calma, la consapevolezza del corpo e la concentrazione.

Tipi di yoga per principianti: le loro differenze e una descrizione dettagliata

Vinyasa yoga

Vinyasa yoga è una tendenza popolare e può essere trovata nella maggior parte degli studi di yoga. Yoga Vinyasa è un sistema di pratiche di respirazione dinamica. Durante la lezione vengono eseguite pose dinamiche in sequenza continua. Di solito Vinyasa viene praticato con musica melodica in una stanza con luci soffuse.

Ashtanga yoga

La maggior parte delle persone identifica l’Ashtanga come yoga tradizionale indiano. Ogni volta che ripeti la stessa serie di pose. Consiste nel saluto al sole A, nel saluto al sole B e in varie posizioni. Le lezioni di solito si svolgono senza accompagnamento musicale e talvolta senza istruzioni orali – in completo silenzio.

Iyengar yoga

L’enfasi nella pratica Iyengar è sul corretto allineamento di tutto il corpo attraverso asana e pranayama. I pranayama sono pratiche di respirazione che mirano a controllare l’energia interna. Durante la lezione vengono utilizzati oggetti di scena speciali, come rulli, coperte, blocchi e cinture. Questo stile di yoga viene solitamente insegnato senza musica e a un ritmo più lento in modo che gli studenti possano approfondire le posture yoga.

Bikram yoga

Una lezione di Bikram yoga, o hot yoga, consiste in 26 posture dello yoga classico e 2 esercizi di respirazione. La lezione viene praticata in condizioni insolite: per 90 minuti fai gli esercizi in una stanza dove la temperatura raggiunge i 40 gradi di calore e l’umidità è del 40%.

Yoga di potenza

Il power yoga è una versione più attiva e dura del classico hatha yoga. Sebbene molti allenatori credano che i classici dello yoga siano solo forza. Durante l’allenamento, ripeti le posture dell’Ashtanga Yoga, ma a un ritmo più veloce. Inoltre, alla pratica vengono aggiunti esercizi di forza per allenare la parte superiore e inferiore del corpo.

Ogni volta che puoi aggiungere nuovi esercizi al tuo programma di pratica, questa è un’ottima opzione per coloro che amano la varietà. La lezione è solitamente accompagnata da musica ritmica e positiva.

Kundalini yoga 

Kundalini è più una pratica meditativa per un completo rilassamento. Molto spesso, questo stile di yoga viene utilizzato come processo di guarigione. La lezione include tecniche di meditazione e canto, oltre a semplici esercizi per sviluppare la flessibilità.

Come scegliere lo yoga

Come iniziare lo yoga da zero e scegliere la giusta direzione? Ecco come farlo.

I principali tipi di yoga e chi è adatto:

  • L’Hatha Yoga è generalmente adatto ai principianti perché è più lento e più coerente.
  • Le lezioni di vinyasa, ashtanga e power yoga possono essere più impegnative. Quindi è meglio iniziare con lo yoga classico. Naturalmente, puoi iniziare a fare esercizi di forza e passare gradualmente dal più semplice al più complesso.  
  • Iyengar presta grande attenzione al corretto allineamento del corpo e sviluppo della sua flessibilità . Se il tuo obiettivo è una postura corretta e muscoli di plastica, scegli Iyengar yoga.
  • Yoga caldo. Questo stile di yoga è più adatto a coloro che amano le pratiche insolite. Tuttavia, se non sopporti il ​​caldo, è meglio rinunciare all’avventura “calda”.  
  • Il Kundalini Yoga è un’ottima opzione per coloro che vogliono semplicemente rilassarsi e superare lo stress quotidiano.  

Come scegliere un tappetino da yoga

Ovunque pratichi, hai bisogno del giusto tappetino yoga. Un tappeto scadente non solo causerà disagi in classe, ma può anche causare lesioni durante l’allenamento. Scopri come scegliere il giusto tappetino yoga. 

Spessore e peso del tappetino yoga

Se non sai da dove cominciare, sentiti libero di scegliere un tappeto di media lunghezza, leggermente più lungo della tua altezza in centimetri. Un tappetino spesso va bene per la pratica, perché un tappetino extra sottile non ti darà una vestibilità morbida. Inoltre, i tappeti pesanti e spessi si fissano meglio al pavimento, il che è il loro principale vantaggio. Come farai lo yoga se il tappeto scivola da sotto i tuoi piedi ogni volta? Risposta: no. 

I tappetini più spessi forniscono un’ammortizzazione extra e sono più adatti per esercizi dinamici impegnativi o posizioni di concentrazione.

I tappeti leggeri e ariosi sono adatti per i viaggi e la pratica all’aperto. Solo in una situazione del genere si può sacrificare l’ammortamento.

Materiali opachi

Di quali materiali sono realizzati i tappetini da yoga e quale è meglio?

PVC. Il materiale è basato sulla plastica. Il PVC è un materiale abbastanza resistente e di facile manutenzione. Il principale svantaggio di questi tappeti è che il materiale non assorbe l’umidità e diventa rapidamente scivoloso quando si suda.

Elastomero termoplastico. Questo materiale è costituito da una miscela artificiale di polimeri di plastica e gomma. I tappetini in elastomero sono un’opzione più sostenibile in quanto sono riciclabili. Sfortunatamente, l’elastomero non è resistente come il PVC. Ma il materiale fornisce un’adesione abbastanza forte al pavimento, non devi preoccuparti di questo.

Materiali naturali. Di solito i tappeti sono realizzati in gomma naturale, cotone organico o iuta. Rispetto ad altre opzioni, i tappetini ecologici sono leggermente meno aderenti, ma si adattano facilmente al tuo corpo. I materiali ecologici perdono solo su un punto: sono di breve durata.

Condividi

Sei un professionista? Iscriviti gratuitamente!

Su cercosubito.it ti attendono molte offerte di lavoro!